Il Cambiamento


C.R. Rogers: "Il cambiamento è un'evoluzione interiore e profonda dell'individuo verso una maggiore integrazione e una minor conflittualità, una maggiore disponibilità di energie per una vita produttiva". Qui l'aggettivo "produttivo", per noi, significa - in particolare ma non solo - produzione all'esterno di linguaggio, pensiero manifestato, comunicazione: al netto delle conflittualità, o, con una diminuzione delle conflittualità.

E. Fromm: "Il successo della terapia dipende dai fatti costituzionali da un lato e dall'altro dalla capacità del paziente di mobilitare il suo senso di responsabilità personale e il suo impegno all'azione. Perchè dei cambiamenti si producano, il paziente deve avere la forza di volontà e la spinta interiore necessarie a produrli".

In terapia, la ricerca del cambiamento si imposta sulla base della nostra teoria della balbuzie: un fenomeno multifattoriale, la cui manifestazione è fonico-respiratoria, mentre le cause sono psicologiche (ansia, emotività del parlante), in particolare riferite (quando non addirittura polarizzate) alla funzione-comunicazione.

 

Contatta lo Studio De Pas

Vuoi ricevere la nostra Newsletter?