Messaggio di Francesco Viganò

Sono sul treno da Roma a Firenze dopo un convegno dove sono intervenuto, ed è la terza volta in cinque giorni (la seconda, lunedì scorso, è stata in spagnolo, a Barcellona); la prossima settimana parlerò in Messico, quell’altra ancora a Roma e poi a Torino. Stavo meditando su quanto la mia vita attuale deve a te. Ho imparato con te a vedere tutto in modo più semplice e diretto. Del tipo: se sai cosa dire, e ti diverti a parlare, perché mai le parole non debbono uscire? E se ti innamori di una donna e lei pure di te, perché non buttarsi, avere un figlio e sposarla, senza troppe menate? Davvero grazie: anche se tu non avessi fatto nient’altro di buono, la tua vita avrebbe un valore immenso solo per quello che hai fatto con me.

Un abbraccio, Francesco Viganò

Vuoi ricevere la nostra Newsletter?